In questo articolo si parla di:
india pickleball

Il pickleball prende sempre più piede anche in India. Nel Paese del cricket e del kabaddi, nel panorama sportivo nazionale comincia ad affacciarsi anche lo sport di racchetta più giovane in assoluto, in grado di mostrare segni di crescita incoraggianti per il futuro.

Prendiamo l’esempio di Mumbai: nella città più popolosa in assoluto, il numero di campi è passato da 15 a 250 solo nell’ultimo anno. Molti personaggi noti a livello locale, inoltre, hanno scelto di essere testimonial speciali per la disciplina durante il recente Indian Pickleball Tournament 2024.

Organizzato da Global Sports, l’evento ha raccolto oltre 700 atleti provenienti da 12 Paesi, in lizza per un montepremi di $ 100.000. Al torneo erano presenti anche due star del tennis indiano come Rohan Bopanna (recente vincitore degli Australian Open in doppio) e Sania Mirza.

Le partite giocate su 39 categorie sono state 2.200, a testimonianza di come il pickleball abbia una parabola di crescita molto interessante. E vale la pena ricordare che la platea di potenziali giocatori e giocatrici è di circa 1 miliardo di persone.

Quello del pickleball in India, insomma, sta diventando sempre di più un movimento strutturato e organizzato, che può ancorarsi attorno a una community come successo con il padel alle nostre latitudini.

Un articolo del Times Now riporta la possibilità che venga creata una lega nazionale di pickleball, che potrebbe diventare un incubatore di ulteriori opportunità per sviluppare ancor di più lo sport. E all’orizzonte (anche se ancora piuttosto lontano) c’è sempre il sogno Olimpiadi.