In questo articolo si parla di:
polisportiva csi pickleball

La Polisportiva Csi porta il pickleball nelle scuole rodigine. Si è svolto nei mesi di febbraio, marzo, aprile e maggio il Progetto Pickleball della Polisportiva Csi Rovigo con il coinvolgimento di tutti e quattro gli istituti comprensivi del territorio. Oltre 1.600 studenti delle scuole medie di Rovigo, Riccoboni, Bonifacio, Casalini, Parenzo e Venezze hanno potuto approcciarsi a questa nuova disciplina.

Il Progetto Pickleball della Polisportiva Csi Rovigo ha avuto il suo epilogo “agonistico” con il “Primo Torneo Interistituto di Pickleball” che si è svolto il 22 maggio alla Palestra della Scuola Media Riccoboni a Rovigo.

Tre gli istituti partecipanti, Riccoboni, Parenzo e Venezze. Otto atleti, maschi e femmine per ogni squadra, accompagnati dal proprio insegnante. I giovani atleti si sono dati battaglia in avvincenti e equilibrati incontri di doppio, maschile, femminile e misto.

Al termine della giornata la classifica ha visto: 1° Venezze, 2° Parenzo e 3° Riccoboni. Ma tutti gli atleti che hanno gareggiato hanno dimostrato un buon livello di preparazione.

Le dichiarazioni

A margine di questa manifestazione, due parole da Francesco Gasperotto, istruttore di tennis e pikleball del Csi, e responsabile del Progettto: “Siamo particolarmente soddisfatti del lavoro fatto e della collaborazione di dirigenti scolastici e insegnanti di educazione fisica dei vari istituti scolastici rodigini. Si tratta di una collaborazione che ha permesso di far conoscere e avvicinare a questa nuova disciplina più di 1.600 ragazzi. In più il pickleball è piaciuto molto perché una serie di ragioni come la semplicità dei gesti, l’attrezzatura e le dimensioni ridotte del campo di gioco fanno sì che sia abbastanza immediato il riuscire a giocare fin da subito. L’attività procede per l’estate con le animazioni estive che la Polisportiva Csi Rovigo organizza nel territorio polesano e basso padovano, dove il pickleball, già proposto l’anno scorso, quest’anno è destinato a diventare una delle attività continue all’interno delle stesse. Infine, all’orizzonte ci sono delle collaborazioni con società del territorio, ad esempio la No Way di Rovigo che sta costruendo un nuovo campo negli impianti sportivi del Centro D. Bosco, che porteranno a diffondere ulteriormente la pratica del pickleball anche supportata da corsi di avviamento e perfezionamento”.